ECONOMIA, CONSERVAZIONE, TECNOLOGIE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI - 18-20 SETTEMBRE 2019

LA MANIFESTAZIONE

  • Presentazione

    SALONE dell’ARTE del RESTAURO e della CONSERVAZIONE dei BENI CULTURALI e AMBIENTALI
    Ferrara, 20/23 marzo 2013 - XX edizione


    Ripartire dai Beni Culturali per migliorare la qualità della vita

    Giunge alla ventesima edizione il Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali, in programma a Ferrara dal 20 al 23 marzo 2013. Rinnovato già dalla passata edizione nell’immagine, nei contenuti e nell’approccio metodologico e operativo RESTAURO si prepara a confermarsi l’appuntamento internazionale più importante per gli esperti, i ricercatori e gli studiosi del settore.

    L’offerta sarà caratterizzata come sempre da quattro giorni di stimolanti eventi, incontri e dibattiti tesi a creare una piattaforma di dialogo e di aggiornamento sui temi di più grande attualità che ruotano attorno alla conservazione del patrimonio storico-artistico, architettonico e paessagistico, vero fulcro di interesse della manifestazione.

    Protagonista al Salone il Mibac, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che assieme ai suoi differenti Istituti, illustrerà esperienze di formazione, di restauro e conservazione, richiamo per un pubblico altamente specializzato e motivato.

     

     

     

    SALONE dell’ARTE del RESTAURO e della CONSERVAZIONE dei BENI CULTURALI e AMBIENTALI
    Ferrara, 28/31 marzo 2012
    XIX edizione
    Ripartire dai Beni Culturali per migliorare la qualità della vita
    In questo momento storico così delicato, caratterizzato dalle difficoltà derivanti dalla crisi economica  mondiale, Il Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali di Ferrara rimette al centro la vera risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza. Una risorsa che deve trovare sedi appropriate, opportunità e professionalità che, sinergicamente, siano in grado di valorizzarli e trasformarli in un importante volano dell’economia nazionale.
    SALONE dell’ARTE del RESTAURO e della CONSERVAZIONE dei BENI CULTURALI e AMBIENTALI
    Ferrara, 28/31 marzo 2012
    XIX edizione
    Ripartire dai Beni Culturali per migliorare la qualità della vita
    In questo momento storico così delicato, caratterizzato dalle difficoltà derivanti dalla crisi economica  mondiale, Il Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali di Ferrara rimette al centro la vera risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza. Una risorsa che deve trovare sedi appropriate, opportunità e professionalità che, sinergicamente, siano in grado di valorizzarli e trasformarli in un importante volano dell’economia nazionale.
    SALONE dell’ARTE del RESTAURO e della CONSERVAZIONE dei BENI CULTURALI e AMBIENTALI
    Ferrara, 28/31 marzo 2012
    XIX edizione
     
    Ripartire dai Beni Culturali per migliorare la qualità della vita
    In questo momento storico così delicato, caratterizzato dalle difficoltà derivanti dalla crisi economica  mondiale, Il Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali di Ferrara rimette al centro la vera risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza. Una risorsa che deve trovare sedi appropriate, opportunità e professionalità che, sinergicamente, siano in grado di valorizzarli e trasformarli in un importante volano dell’economia nazionale.
    SALONE dell’ARTE del RESTAURO e della CONSERVAZIONE dei BENI CULTURALI e AMBIENTALI
    Ferrara, 28/31 marzo 2012
    XIX edizione
    Ripartire dai Beni Culturali per migliorare la qualità della vita
    In questo momento storico così delicato, caratterizzato dalle difficoltà derivanti dalla crisi economica  mondiale, Il Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali di Ferrara rimette al centro la vera risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza. Una risorsa che deve trovare sedi appropriate, opportunità e professionalità che, sinergicamente, siano in grado di valorizzarli e trasformarli in un importante volano dell’economia nazionale.
    SALONE dell’ARTE del RESTAURO e della CONSERVAZIONE dei BENI CULTURALI e AMBIENTALI
    Ferrara, 28/31 marzo 2012
    XIX edizione
    Ripartire dai Beni Culturali per migliorare la qualità della vita
    In questo momento storico così delicato, caratterizzato dalle difficoltà derivanti dalla crisi economica  mondiale, Il Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali di Ferrara rimette al centro la vera risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza. Una risorsa che deve trovare sedi appropriate, opportunità e professionalità che, sinergicamente, siano in grado di valorizzarli e trasformarli in un importante volano dell’economia nazionale.
    SALONE dell’ARTE del RESTAURO e della CONSERVAZIONE dei BENI CULTURALI e AMBIENTALI
    Ferrara, 28/31 marzo 2012
    XIX edizione
     
    Ripartire dai Beni Culturali per migliorare la qualità della vita
    In questo momento storico così delicato, caratterizzato dalle difficoltà derivanti dalla crisi economica  mondiale, Il Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali di Ferrara rimette al centro la vera risorsa del nostro paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire, perché costituisce la nostra vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza. Una risorsa che deve trovare sedi appropriate, opportunità e professionalità che, sinergicamente, siano in grado di valorizzarli e trasformarli in un importante volano dell’economia nazionale.
  • Convegni e Seminari

    Nell’ottica di una più stretta interazione con gli Espositori, questi avranno la possibilità gratuita di svolgere seminari per promuovere la loro attività, e/o grandi convegni nei quali raccontare importanti restauri o temi di forte attualità. Si consideri che durante la scorsa edizione del Salone sono stati trattati ben 156 argomenti distribuiti in 49 convegni di carattere nazionale e internazionale e 107 seminari-workshop.

  • Emergenze nell'ambito dei Beni Culturali

    Ricchissima anche la proposta espositiva dedicata alle Emergenze nell’ambito dei Beni Culturali. Tema principale dell’edizione 2013 saranno infatti le problematiche legate al sisma che il 20 e il 29 maggio 2012 ha duramente colpito molte tra le provincie di Emilia, Lombardia e Veneto.
    Attraverso l’illustrazione delle operazioni messe in atto nell’immediato post-terremoto e l’interpretazione delle criticità rilevate dal patrimonio storico si valuteranno le strategie da porre in essere per il restauro.
    Una riflessione rigorosa sulla gestione di tali fasi di restauro si renderà necessaria al fine di giungere alla definizione di modelli di intervento a cui ricorrere in fase di restauro e riqualificazione dei centri storici e del patrimonio architettonico.
    L’Università di Ferrara e con essa il Diaprem ed il Teknehub di Ferrara saranno punto di riferimento in questo impegno di discussione e ricerca.

  • Ferrara aperta per Restauro

    Si riconfermano come ogni anno gli appuntamenti di Ferrara Aperta per Restauro, realizzati da Ferrara Fiere e dai luoghi di cultura della città di Ferrara, ovvero i musei, le pinacoteche, le dimore storiche, che in collaborazione con il Comune di Ferrara, la Direzione della Soprintendenza Regionale dell'Emilia Romagna e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali rimarranno aperti gratuitamente al pubblico durante tutto il fine settimana, alcuni anche in orario serale, per permettere ai visitatori e ai cittadini di Ferrara di ammirare i luoghi storici e i monumenti della città. Il programma è completato dall’evento Studi Aperti con l’apertuta al pubblico degli studi di architettura.

  • I numeri di RESTAURO 2012

    I NUMERI DI RESTAURO 2012

    • 16.000 mq. occupati in 6 padiglioni moderni e funzionali
    • 250 Espositori
    • 49 Convegni
    • 107 incontri e seminari organizzati dagli Espositori
    • 16 mostre - eventi


    In collaborazione con: Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna

    Con il patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri - Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Ministero degli Affari Esteri

    Ente Organizzatore: BOLOGNAFIERE


    Sede: Quartiere Fieristico di Ferrara - Via della Fiera 11 - 44124 Ferrara - Tel. 0532/900713 - Uscita autostrada Ferrara Sud - Servizio gratuito Bus stazione FFSS / Fiera / Stazione FFSS ogni 30 minuti


    Segreteria Organizzativa: ACROPOLI Srl - Viale Mercanzia, Blocco 2B Galleria A, 70 - 40050 Centergross (Bologna) - Tel. 051/6646832 - Fax 051/864313 -info@salonedelrestauro.com

    Prenotazioni alberghiere: Bologna Congressi Spa - Convention and Travel - P.zza Costituzione 5/E - 40128 Bologna - tel. 051/6375122 - 6375149 - info@conventionandtravel.it