Fair of the conservation, technology and promotion of cultural and environmental heritage - 18-20 SEPTEMBER 2019
PROJECT "MADE IN ITALY RESTORING" SUPPORTED BY THE MINISTRY FOR ECONOMIC DEVELOPMENT AND THE ITALIAN TRADE AGENCY, WITH THE PARTNERSHIP OF ASSORESTAURO

PROGRAM

go back

Edition 2019

Saturday 31 March 2012
  • Saturday 31 March 2012

    XXIX CONVEGNO NAZIONALE ANMLI
    IL MUSEO NELLE CITTÀ ITALIANE.
    Il cambiamento del ruolo sociale del museo nei centri urbani

    ORE 9.30 – 13.30, SALA CASTELLO, PRIMO PIANO, ATRIO – TERZA SESSIONE
    Promosso da ANMLI – Associazione Nazionale Musei Locali e Istituzionali
    Partner: Ermitage Italia – Università di Ferrara - Istituto Beni Culturali Regione Emilia – Romagna
    Patrocinio di: Provincia di Ferrara, Comune di Ferrara
    In collaborazione con: Università di Ferrara, TekneHub, Laboratorio in Rete del Tecnopolo dell’Università di Ferrara, Piattaforma Costruzioni, Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna
    Sponsor: Meyvaert – Italia

    Tavola rotonda: Nuove dinamiche e interazioni tra il museo e la città contemporanea
    Coordina:
    Anna Maria Visser, Università di Ferrara, Past - President ANMLI
    Invitati ad intervenire:
    Angelo Varni, Presidente IBC Emilia – Romagna
    Massimo Mezzetti, Assessore alla Cultura, Regione Emilia-Romagna, Coordinamento Assessori regionali alla Cultura
    Andrea Colasio, Assessore alla Cultura, Padova, ANCI
    Enrica Puggioni, Assessore alla Cultura, Cagliari, ANCI
    Fabio Donato, Università di Ferrara, ENCATC, European Network Cultural Administration Training Centers Presidente AMACI, Associazione Nazionale Musei Arte Contemporanea (Gabriella Belli)
    Presidente AMEI, Associazione Musei Ecclesiastici Italiani (Monsignor Santi)
    Presidente ANMLI, Associazione Nazionale Musei Locali e Istituzionali (Anna Maria Montaldo)
    Direttivo ANMS, Associazione Nazionale Musei Scientifici (Stefano Mazzotti)
    Segretario SIMBDEA, Società Italiana per la Museografia e i Beni Demoetnoantropologici (Vito Lattanzi) Presidente ICOM Italia, sezione italiana dell’International Council Of Museums (Alberto Garlandini)
    Carla Di Francesco, Direttore regionale Emilia - Romagna, Ministero per i Beni e le Attività Culturali
    - Documento finale a cura del Direttivo ANMLI
    Il convegno è dedicato alla memoria di Bruno Passamani, già Presidente Nazionale dell’ANMLI e Presidente Onorario, e di Francesco Barocelli, già membro del Direttivo ANMLI e Co-Responsabile del progetto “Museo civico. Tradizione e Innovazione”.

     

     

    CONCORSO CHIDEC
    CULTURAL HERITAGE INCLUSIVE DESIGN CONTEST.
    Concorso internazionale di design sul progetto di interfacce accessibili per la fruizione del patrimonio culturale.

    ORE 9.30, SALA ERMITAGE, PAD.5, PIANO TERRA
    Coordinamento scientifico:
    Giuseppe Mincolelli, Marcello Balzani
    Organizzazione:
    Dipartimento di Architettura, Università di Ferrara
    TekneHub, Laboratorio in rete del Tecnopolo dell'Università di Ferrara, Piattaforma Costruzioni, Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna

    Il patrimonio culturale comprende manufatti, opere d’arte, libri, documenti, giornali e riviste, musica, cinema ma anche l’ambiente costruito, i siti archeologici e l’ambiente culturale che ci circonda; la nostra lingua, la nostra gastronomia, i nostri vini, i nostri valori sociali, il nostro design. Ogni singolo cittadino, ogni essere umano “senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” (per citare la nostra Costituzione, all’art.3) ha il diritto di godere della fruizione del bene culturale, perché nessuno può essere privato della propria identità.
    Inclusive design o design for all
    Design for All significa il progetto di ambienti, attrezzature e servizi fruibili - in condizione di autonomia - da parte di persone con esigenze e abilità diversificate. Operativamente, questo obiettivo si realizza attraverso soluzioni progettuali che siano prontamente utilizzabili dalla maggior parte degli utenti senza dover apportare alcuna modifica o, in subordine, che siano facilmente adattabili, in funzione delle abilità fisiche, sensoriali o cognitive dei diversi profili d’utenza, tramite la modifica dell’interfaccia con l’utente. Tale modifica può ottenersi, nelle forme più semplici, mediante la variabilità dell’assetto o l’integrazione di elementi accessori. (definizione adottata dalla Commissione Europea - DG Impiego e Affari Sociali - su proposta dell’EIDD per la Giornata Europea delle Persone Disabili, 3 dicembre 2001).
    Cultural Heritage Inclusive Design Contest (CHIDEC)
    Il concorso CHIDEC, presentato in esclusiva al Salone del Restauro di Ferrara 2012, si propone di premiare e segnalare i progetti, realizzati o concettuali, concepiti per allargare la base di utenza, eliminando barriere e limiti di accesso al patrimonio culturale, attraverso una concezione innovativa o migliorativa dell’interfaccia che rende fruibile il patrimonio stesso. Per interfaccia si intende un sistema di manufatti e di supporti informativi capace di permettere, agevolare, migliorare, semplificare, amplificare l’esperienza di fruizione di un evento o di un bene culturale. Sono ammessi al presente concorso tre categorie di progetti: environment design – visual design - interaction design.
    La partecipazione è aperta ad architetti, ingegneri, designers e progettisti italiani e stranieri, ma anche a studenti universitari italiani e stranieri in ambito di architettura, ingegneria, design. Il concorso verrà lanciato a Restauro 2012, la consegna dei premi e dei riconoscimenti ai progetti selezionati avverrà nell’edizione 2013 di Restauro, con una mostra/evento che illustrerà i risultati, le finalità e le peculiarità dei progetti ammessi. Intervengono:
    Giuseppe Mincolelli, Architetto e designer, Dipartimento di Architettura di Ferrara
    Marcello Balzani, Direttore Dipartimento di Architettura e Responsabile scientifico TekneHub
    Alessandro Massarente, TekneHub Area 2 Museografia ed Exhibition design, Dipartimento di Architettura, Università di Ferrara
    Antonello Stella - Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, TekneHub
    Luigi Bandini Buti, Presidente Design for All Italia
    Mahesh Krovvidi, Chief Executive Officer - National Design Business Incubator, National Institute of Desing di Ahmedabad
    Ente banditore: Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Architettura
    Partners: Restauro 2012, Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali Design for All Italia CFR (Consorzio Ferrara Ricerche)
    In collaborazione con:
    Material Design, Laboratorio MD del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara
    Labo.R.A. – Laboratorio di Restauro Architettonico del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara LEM – Laboratorio di Manutenzione e gestione Edilizia e ambiente del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara
    ArcDes – Laboratorio per lo Sviluppo di Servizi Integrati di Progettazione per la Città, l’ambiente ed il Paesaggio, del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara

     

     

    MONUMENTI IN EMILIA-ROMAGNA. METODI E SPERIMENTAZIONI PER LA VERIFICA DEL RISCHIO SISMICO
    ORE 10.00 - 12.00 SALA B, PRIMO PIANO, TRA I PAD. 3 E 4

    Promosso da: Ministero per i Beni Culturali e e le Attività Culturali, Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l'architettura e l'arte Contemporanee, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna, Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna, Università degli Studi di Ferrara, Università degli Studi di Parma
    Relatori: Maddalena Ragni, MiBAC, Carla Di Francesco, MiBAC, Pierpaolo Diotallevi, UniBo, Ferdinando Laudiero, UniFe, Carlo Blasi, UniPr

     

     

    I “GRANDI RESTAURI” ALLA PROVA DEL TEMPO
    ORE 10.30 – 13.00, SALA MARFISA, PRIMO PIANO, ATRIO

    Promosso da BolognaFiere

    Organizzato da Acropoli.
    A cura di Giorgio Bonsanti

    Il Cenacolo di Leonardo, con Pinin Brambilla
    Michelangelo e la Sistina, con Gianluigi Colalucci
    Il Tondo Doni di Michelangelo, con Ezio Buzzegoli
    Piero della Francesca ad Arezzo, con Mauro Matteini

     

     

    VI° TAVOLA ROTONDA “ARTE CONTEMPORANEA: QUALE SALVAGUARDIA? TRA TEORIA E PRATICA, L’URGENZA DELLA MATERIA”
    ORE 10.00 – 13.00, SALA DIAMANTI, PAD., PIANO TERRA

    Organizzata dall’Associazione Amici di Cesare Brandi e da Acropoli, in collaborazione con MAXXI, GNAM, ISCR, DIREZIONE REGIONALE MIBAC, IBC Emilia Romagna, Museo Guttuso
    A cura e con il coordinamento di Giuseppe Basile

    Il programma della Tavola rotonda è articolato in 3 nuclei tematici principali: 1) ricognizione di manufatti particolarmente a rischio ( Porta d’Europa a Lampedusa, Memoriale del Blocco 21 ad Auschwitz) o sottratti al deterioramento con il restauro (Edicola di Guttuso, Cavallo Morente alla RAI); 2) rassegna dei più recenti studi, ricerche e interventi da parte di Enti Istituzionali ( MiBAC, MAXXI, Università, Accademie BBAA, Musei pubblici) e soggetti privati ( Archivi, Fondazioni, Associazioni, Imprese); 3) modelli e prassi formative. Saranno inoltre presentati i volumi: Renato Guttuso, L’Edicola. Il restauro ( a cura di F. Carapezza Guttuso e G. Basile), CT, 2011; Il Cavallo Morente di Francesco Messina nella Sede centrale RAI:studio, restauro, manutenzione ( a cura di G. Basile), PD, 2012
    Apertura Lavori:
    Luigi Ficacci, Soprintendente PSAE Bologna
    - Presentazione del volume Renato Guttuso, L’Edicola: il restauro ( a cura di G. Basile e F. Carapezza Guttuso), Ct, ’11: Raffaella D’Amico, restauratrice
    - Nuove prospettive per il restauro e la conservazione del contemporaneo: Alessandra Barbuto , MAXXI
    - Il Memoriale italiano e Auschwitz: un monumento conflittuale e il conflitto sito-museo: Sandro Scarrocchia, Accademia di Belle Arti, Milano
    - Due puliture a confronto: Pio XI° di Adolfo Wildt e Madonna di Lucio Fontana: Guy Devreux e Fabio Moresi, Laboratorio restauro marmi Musei Vaticani
    - Restauro della mostra fotografica Edward Steichen “ The Bitter Years: 1935-41”: Sandra Maria Petrillo, Conservazione e restauro fotografie
    Resoconti attività:
    - GNAM, Maria Letizia Profiri , Luciana Tozzi
    - ISCR, Grazia De Cesare, Paola Iazurlo
    - Soprintendenza PSAE e Polo museale di Napoli, Angela Tecce
    - Accademia di Belle Arti di Napoli, Giovanna Cassese
    Interverranno inoltre:
    Archivi e Museo Guttuso, Roma – Bagheria, Fabio Carapezza Guttuso
    Fondazione De Chirico, Roma, Alessandro e Lycia Pavia
    MART Rovereto-Trento, Clarenza Catullo
    MAMBO, Bologna, Mariella Gnani
    Università di Perugia , MOLAB, Antonio Sgamellotti
    Università di Ferrara, Dipartimento di Fisica - AIAR, Ferruccio Petrucci
    Associazione Amici di Cesare Brandi, Maurizio Marabelli, Francesca Valentini
    Conclusioni
    Carla Di Francesco, Direttore Regionale MiBAC

    Segreteria scientifica Francesca Valentini – www.cesarebrandi.org  

     

    IL RESTAURO DELLA FACCIATA LAPIDEA DELLA CHIESA DI SAN PETRONIO A BOLOGNA
    ORE 9.30 – 16.30 SALA SCHIFANOIA, PADIGLIONE 2, PIANO TERRA

    Promosso da: Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze, Settore Materiali lapidei
    Programma:
    - Saluti - Mons. Oreste Leonardi, primicerio della Basilica di San Petronio, Marco Ciatti, Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure, Carla Di Francesco, Direttore Regionale dell’Emilia Romagna, Paola Grifoni, Soprintendente per i beni architettonici di Bologna, Franco Faranda, Soprintendenza per i beni artistici e storici di Bologna
    - Aspetti architettonici della facciata di San Petronio, Roberto Terra, direzioni lavori della Basilica
    - Aspetti storico artistici della facciata di San Petronio, Maria Cristina Improta, direttore del Settore materiali lapidei dell’Opificio
    - L’Archivio della Fabbriceria, Mario Fanti, Archivista della Basilica di San Petronio, e Adele Leccia, storica dell’arte
    - Problemi iconografici dei tre portali, Curia Arcivescovile
    Conclusioni:
    - Il piano diagnostico per la facciata di San Petronio, Daniela Pinna, Laboratorio scientifico dell’Opificio
    - Indagini non invasive e metodologie operative sul paramento lapideo, Guido Cavina, Marco Berti, Direzione dei lavori Basilica di San Petronio
    - Il restauro della facciata negli anni Ottanta del Novecento, Ottorino Nonfarmale, restauratore
    - La scoperta della policromia di Jacopo della Quercia sulla Fonte Gaia a Siena, Carlo Lalli, direttore Laboratorio Scientifico dell’Opificio
    - Lo studio dei materiali della facciata di San Petronio, Gian Carlo Grillini, geologo
    - Il restauro della facciata, Paola Lorenzi e Franca Sorella, restauratrici del settore Materiali lapidei dell’Opificio
    - Conclusioni - Maria Cristina Improta, direttore del Settore Materiali lapidei dell’Opificio.  

     

    UN RESTAURATORE A REGOLA D'ARTE! IL LUNGO PROCESSO DI QUALIFICAZIONE DEGLI OPERATORI E LA MODIFICA PARLAMENTARE DELL’ARTICOLO 182 DEL CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
    ORE 14.30, SALA MARFISA, PRIMO PIANO, ATRIO

    Organizzato dall’Associazione La Ragione del Restauro
    Dopo tre anni di impegno diretto e continuo per il giusto riconoscimento della professionalità maturata dagli operatori del settore, l’Associazione la Ragione del Restauro promuove un incontro pubblico con il MiBAC e le forze politiche che hanno portato avanti le istanze di riforma della disciplina transitoria per l'acquisizione delle qualifiche di Restauratore di beni culturali e Collaboratore restauratore di beni culturali.
    Ampio spazio agli interventi del pubblico per un confronto diretto e costruttivo su sinergie e prospettive future.
    Interverranno:
    Andrea Cipriani Restauratore - Presidente dell’Associazione La Ragione del Restauro
    Andrea Marcucci Senatore della Repubblica – Primo firmatario del disegno di legge di riforma
    Matteo Orfini Responsabile Dipartimento cultura e informazione Partito Democratico
    Pietro Celli Avvocato in Firenze – Esperto di diritto dei beni culturali
    Rita Borioni Vice Responsabile Dipartimento cultura e informazione Partito Democratico
    Salvo Barrano Vice Presidente dell'Associazione Nazionale Archeologi
    Gisella Capponi Direttore ISCR Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro
    E’ stato invitato a partecipare Roberto Cecchi, Sottosegretario di Stato del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

     

     

    TAVOLA ROTONDA "RESTAURO DEL MODERNO, TRA CONSERVAZIONE, TUTELA E SOSTENIBILITA’"
    ORE 14.30 – 16.30, SALA DIAMANTI, PAD.1, piano terra

    Organizzato dal Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C. in collaborazione con la Federazione Ordini degli Architetti dell’Emilia Romagna e gli Ordini degli Architetti P.P.C. di Bologna e Ferrara
    I temi della contemporaneità si confrontano con le opere storiche: restauri, affiancamenti, modificazioni; una sfida aperta per una sensibile continuità del nostro patrimonio architettonico.
    Modera Giorgio Cacciaguerra – CNA
    Sono stati invitati a discuterne:
    Leopoldo Freyrie, - Presidente CNA
    Roberto Cecchi - MIBAC
    Margherita Guccione - Direttore MAXXI
    Sergio Poretti - Facoltà di Architettura Roma III
    Rosalia Vittorini – Presidente Docomomo
    Alessandro Marata - Facoltà di Architettura di Cesena
    Renata Codello, - Soprintendenza BB. AA. Venezia
    Carla di Francesco - Direzione Regionale Beni Culturali e Paesaggistici Emilia Romagna.

     

     

    NUOVE TECNOLOGIE PER LA DIFFUSIONE AUDIO: - MUSICA SENZA ALTOPARLANTI - AUDIO DIREZIONALE
    ORE 14.30, SALA MASSARI, PAD.4, PIANO TERRA

    Organizzato da PM Group e Suono e Immagine
    SolidDrive “ Sound Without Speakers “ è un sistema audio rivoluzionario, tecnologicamente avanzato in grado di trasformare in altoparlanti pareti in cartongesso, controsoffitti, finestre, mobili, barche e quasi tutte le superfici solide. Nessun limite per SolidDrive. Progettisti, Architetti, Designer, Installatori, potranno sonorizzare con un audio di alta qualità qualsiasi ambiente o oggetto con progettazioni completamente invisibili. Pareti che suonano, finestre che sussurrano, mobili ed oggetti che parlano. SolidDrive inseriti nel soffitto o pareti irradiano il suono uniformemente distribuito da un’ampia superficie ( un solo SolidDrive può coprire dai 10 ai 40 mq ) e la perdita di volume con la distanza è insignificante. La larghezza dell’angolo di copertura di 120° satura l’ambiente di una musica che sorprendentemente viene dal nulla, coinvolgendo ed immergendo l’ascoltatore. Gli altoparlanti convenzionali generano coni che limitano la copertura uniforme della zona causando punti di volume forte o ridotto nell’ambiente. SolidDrive si installa facilmente creando un nuovo, potente ed invisibile sistema audio. SolidDrive può generare audio dalle superfici rigide assorbendo solamente dai 5 ai 20 watt ma può essere utilizzato anche per applicazioni ad alto rendimento con potenze fino a 100 watt. SolidDrive è totalmente progettato e realizzato negli USA e coperto da una GARANZIA di 7 ANNI .
    Relatori:
    Marco Martinetti – Antonio Procino (Amministratori PM Group srl)

     

    AGGIORNATO AL 22 MARZO