Fair of the conservation, technology and promotion of cultural and environmental heritage - 18-20 SEPTEMBER 2019
PROJECT "MADE IN ITALY RESTORING" SUPPORTED BY THE MINISTRY FOR ECONOMIC DEVELOPMENT AND THE ITALIAN TRADE AGENCY, WITH THE PARTNERSHIP OF ASSORESTAURO

PROGRAM

go back

Edition 2019

Wednesday 20 march
  • Wednesday 20 March
     
    EMILIA - LOMBARDIA E ABRUZZO: A CHE PUNTO SIAMO 
    ORE 10.00 – 12.30, SALA SCHIFANOIA, PAD. 2
    Promosso da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzioni Regionali per i Beni Culturali e Paesaggistici di Abruzzo, Emilia-Romagna, Lombardia.
    Relatori: Carla Di Francesco (Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna), Caterina Bon Valsassina (Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia), Fabrizio Magani (Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo)
     
     
    LA TUTELA E LA MESSA IN SICUREZZA DEI BENI CULTURALI NELL'EMERGENZA
    ORE 10.15 - 13.00, SALA MASSARI, PAD.4
    Promosso da: Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile; TekneHub dell'Università degli Studi di Ferrara
    arch. Maddalena Coccagna (TekneHub): Presentazione
    arch. Gabriele Pivari (Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini): Interventi urgenti di messa in sicurezza di beni architettonici nell'alto ferrarese
    ing. Loris Munaro (Comandante Provinciale Vigili del Fuoco di Venezia) e prof. Stefano Grimaz (Direttore SPRINT - Laboratorio di Sicurezza e Protezione Intersettoriale dell’Università degli Studi di Udine): Strategie e contromisure tecniche urgenti per la preservazione dei beni architettonici e culturali nella prima emergenza post-sisma
    dott.ssa Elena Rossoni (Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Bologna): Mirabello, Sant'Agostino e Pieve di Cento: problematiche e relative tipologie d'intervento in merito alla rimozione di opere d'arte mobili
    cap. Ciro Imperato (Comandante Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale dell’Emilia-Romagna): L’Arma per l’Arte
    arch. Silvia Gaiba (Coordinatrice recupero beni mobili post sisma 2012, Soprintendenza Beni Artistici, Storici ed Etnoantropologici di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini): Il recupero dei beni mobili in emergenza: aspetti metodologici e logistici. Il caso della Pinacoteca Comunale di Cento
    Patrocinano: Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile | Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini | Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale dell’Emilia-Romagna | Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini | Università degli Studi di Ferrara | Provincia di Ferrara | Comune di Ferrara | Comune di Sant’Agostino | Ordine degli Architetti PPC di Ferrara | Collegio dei Geometri di Ferrara | Collegio dei Periti Industriali di Ferrara | Collegio dei Periti Agrari di Ferrara | Consorzio Promovetro Murano
     
     
    TORRE DEI MODENESI (O DELL’OROLOGIO)
    RESTITUZIONE E RESTAURO E RIPRISTINO FILOLOGICO DEL SIMBOLO DEL TERREMOTO
    ORE 10.30 – 13.00, SALA BELRIGUARDO, PAD. 5
    Organizzato da: Comune di Finale Emilia
    Intervengono: Fernando Ferioli (Sindaco di Finale Emilia): La torre dei Modenesi simbolo di una comunità e di una catastrofe; Massimiliano Righini  (Assessore alla Cultura e al centro storico del
    Comune di Finale Emilia): Dalla fondazione al recupero delle macerie. Storia di una torre  e
    della sua città; Pier Luigi Cervellati : Restituzione e restauro e ripristino filologico della Torre dei
    Modenesi; Sauro Turroni: Nè torri nè chiese nè castelli nè città rinascono da soli; Andrea Emiliani: La manutenzione della memoria; Salvatore Settis: Memoria e identità; Sergio Rizzo: Non distrugga la ricostruzione ciò che il terremoto ha risparmiato
     
     
     
    LE RICOSTRUZIONI IN MURATURA POST TERREMOTO: ASPETTI STRUTTURALI E DECORATIVI.
    ORE 12.00 – 13.00, SALA ERMITAGE, PAD. 5
    A cura di: LCT-ARCHITETTURA.IT
    Relatori: Salvatore Tringali (Laboratorio Città e Territorio, società di ingegneria): Aspetti migliorativi nelle ricostruzioni della Cattedrale di Noto e in S.Biagio d’Amiternum a L’Aquila; Rosanna La Rosa (Laboratorio Città e Territorio, società di ingegneria): L’intervento sugli apparati decorativi danneggiati dal sisma; Paolo Napoli (consulente Zoppoli & Pulcher): L’intervento strutturale sui pilastri della chiesa di S.Biagio d’Amiternum; Vittorio Pesando (Zoppoli & Pulcher): Il cantiere di ricostruzione all’interno della zona rossa a L’Aquila: problematiche ed aspetti organizzativi
     
     
     
    DOV’ERA, MA NON COM’ERA: IL RUOLO CENTRALE DEL RESTAURO NELLA RICOSTRUZIONE POST-SISMICA
    Sessione Prima: Emergenze Architettoniche
    ORE 14.00 – 17.00, SALA SCHIFANOIA, PAD. 2
    Coordinamento scientifico a cura di: LaboRA – Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, TeknuHub – Tecnopolo di Ferrara, Piattaforma Costruzioni, Rete Alta Tecnologia ER. Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna
    Presiede e introduce: Marcello Balzani (Università degli Studi di Ferrara)
    Relatori: Riccardo Dalla Negra (Università degli studi di Ferrara): Dov’era, ma non com’era: il nodo centrale del restauro nella ricostruzione post-sisma;
    Carla Di Francesco (Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna – MiBAC): Problemi aperti sul restauro dal sisma in Emilia-Romagna;
    Antonio Borri (Università degli Studi di Perugia): Il sisma come evento rivelatore delle problematiche strutturali dell’edilizia storica;
    Eros Mannino (Dipartimento dei VVF del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, Dirigente
    dell'Ufficio del Capo del CNVVF e Dirigente dell'Ufficio per la sicurezza dei beni artistici e storico
    culturali): Il Protocollo d’intesa tra il MiBAC ed il Dipartimento dei Vigili del Fuoco per la tutela e
    la conservazione degli edifici di interesse culturale;
    Maria Alessandra Vittorini (Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici per l'Abruzzo): Ricostruire un centro storico: criticità, dati e procedure;
    Antonio Di Stefano (Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per l'Abruzzo), Ing. Claudio Modena (Università degli Studi di Padova); Due interventi di restauro e riqualificazione. Il Forte Spagnolo e le Mura Urbiche

    Dibattito Finale
     
     
     
     
    INFOMOBILITY CULTURAL HERITAGE
    Documentazione, valorizzazione museale, movimentazione e gestione delle emergenze per il Patrimonio mobile
    ORE 16.00 – 18.30, SALA C, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6
    Organizzato da: TekneHub Università di Ferrara (Area 2- Strumenti, materiali e tecniche per la museografia e l’exhibition design e Area 4- Tecnologie per il recupero e la conservazione del patrimonio paleontologico e archeologico) 
    Saluti di apertura:  Stefano Casciu (MiBAC, Soprintendente BSAE Modena e Reggio Emilia)
    Introducono: Alessandro Massarente, Carlo Peretto (Università degli Studi di Ferrara)
    Relatori: Gino Famiglietti (Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Molise), Paola Quaranta (già Soprintendenza per i Beni Archeologici del Molise) Paolo Corti (ArPA Ricerche): Il caso studio della movimentazione della Paleosuperficie 3a di Isernia la Pineta (Molise); Giulio Bigliardi, Marta Bottacchi, Sara Cappelli, Leonardo Carmignani (Centro di Geo-tecnologie - SpinOff): Applicazioni Open Source per il rilievo tridimensionale.  Il caso studio della Paleosuperficie 3a di Isernia la Pineta; Carolina Botti (MiBAC, ARCUS): L’esperienza del progetto CUSPIS Cultural Heritage Space Information System; 
    Giuseppe Mincolelli (Università degli Studi di Ferrara), Roberto Chiandussi (TechSigno S.r.l), Stefano Mazzotti (Museo Civico Di Storia Naturale di Ferrara): Sperimentazione di tecnologie tag RFID per la gestione delle collezioni museali; Michela Biancardi, Marzia Breda, Grazia Zini (Università degli Studi di Ferrara): Tecnologie multimediali integrate per la valorizzazione e fruizione del patrimonio dei musei universitari: il caso dello SMA Sistema Museale di Ateneo di Ferrara
     
     
    AGGIORNATO AL 11/03