ECONOMIA, CONSERVAZIONE, TECNOLOGIE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI - 18-20 SETTEMBRE 2019
progetto "RESTAURO MADE IN ITALY" promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e Ice, con la partnership di Assorestauro

PROGRAMMA

torna indietro

Edizione 2019

Giovedì 31 Marzo
  • Giovedì 31 marzo

    STRATEGIE DI CONSERVAZIONE DEI FONDI COMPOSITI: IL CASO DEI FONDI RAF E USAAF DELL’ICCD - AEROFOTOTECA NAZIONALE
    ORE 9.30, SALA D, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del patrimonio archivistico e librario
     Presentazione Laura Moro, ICCD
     Carte in guerra. Una strategia multidisciplinare per i fondi RAF e USAAF dell’Aerofototeca Nazionale Elizabeth J. Shepherd, ICCD
     Strategie di conservazione in Aerofototeca Nazionale Daniela Palazzi, ICCD
     La quadratura del cerchio, ovvero la conservazione indiretta degli archivi nel rispetto del metodo storico e della pubblica consultazione Monica Calzolari, ASR
    Interviene il Ten.Col. Marco Belogi, Ufficiale Geografo dell’Esercito Italiano

    ANDREA DE BLASIO PER LA SCULTURA DI SANTA COMASIA A MARTINA FRANCA. STORIA E RESTAURI
    ORE 9.30, STAND MIBAC, PAD. 3, C6-D5

    Promosso dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Puglia
    Relatore: Angela Convenuto, Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Puglia

    STRUTTURA DI PROTEZIONE-FUNZIONE DI INTEGRAZIONE E CONSERVAZIONE- PALAZZO RE BARBARO DI PORTO TORRES
    ORE 10.00, SALA C, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro
    Relatori: Antonietta Boninu, Ugo Colombari, Giuseppe De Boni

    OPERA APERTA – IL RESTAURO DEL SANT’AGOSTINO DI MATTIA PRETI SVELA I SEGRETI DI UN CAPOLAVORO
    ORE 10.30, SALA BELRIGUARDO, PAD. 5, PIANO TERRA

    Promosso dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria
    Relatori: Fabio De Chirico, Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, Valentina Cosco, consulente esterna per la diagnostica sul dipinto.
    In occasione dell’acquisizione da parte del MIBAC del  dipinto raffigurante Sant’Agostino di Mattia Preti, la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria presenta una mostra-cantiere didattico. Il restauro del dipinto condotto a porte aperte dai tecnici del Laboratorio di Restauro e dagli operatori della Sezione di Diagnostica della Soprintendenza, offre ai visitatori della Galleria Nazionale di Cosenza, agli studenti, nonchè agli addetti ai lavori, l’opportunità di partecipare e vivere l’esperienza di un intervento conservativo. Il cantiere, allestito in un’apposita sala attrezzata con idonee e moderne strumentazioni, si avvale di sussidi didattici, pannelli espositivi  e schermi multimediali. Il cantiere si configura come un momento importantissimo di incontro didattico, una possibilità in più per appropriarsi del patrimonio culturale, una modalità trasparente per avvicinare il pubblico alla tutela attiva.

    UN ESEMPIO DI RESTAURO CONSERVATIVO DAL FONDO FOTOGRAFICO DELLA BIBLIOTECA VALLICELLIANA: CIANOTIPI DI NUDI E MODELLI IN POSA E ALBUMINE DELLA TERRA SANTA
    ORE 10.30, STAND MIBAC, PAD. 3, C6-D5

    Promosso dalla Biblioteca Vallicelliana  
    Relatori: Maria Concetta Petrollo, Direttrice della Biblioteca Vallicelliana, Donatella Cecchin, restauratrice

    RESTAURO ARCHITETTONICO. DAL PAESAGGIO AL TESSUTO URBANO
    ore 10:45-11.30, area SPAZIO-TEMPO, Pad.3

    Partecipa: Federica Maietti, architetto e dottore di ricerca in tecnologie dell’architettura


    CONSERVAZIONE, GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI PALEONTOLOGICI E ARCHEOLOGICI.
    ORE 11.00, SALA A, PRIMO PIANO, FRA PAD 3 E 4

    Organizzato da TekneHub, laboratorio in rete del Tecnopolo dell’Università di Ferrara - Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna.
    Responsabile Scientifico: Carlo Peretto, Ordinario di Antropologia, Facoltà di Scienze MM.FF.NN., Università di Ferrara
    Interventi: C. Peretto, Università degli Studi di Ferrara. L’attività editoriale come strumento di valorizzazione dei Beni Culturali;  M. Leis, E. Lopresti, G. Milazzo, A. Di Roma & Prof. C. Vaccaro, Università degli Studi di Ferrara. Problematiche di degrado nel Monastero di Sant’Antonio in Polesine (Ferrara);  N. Abu Zeid,  M. Obradovic, G. Santarato Università degli Studi di Ferrara. Indagini geofisiche per l’analisi del sottosuolo in contesti archeologici: l’esempio della grotta della Ciota Ciara;  J. Ortalli, Università degli Studi di Ferrara. Musealizzare lo scavo archeologico urbano: una prospettiva diversa;  M. Peresani, Università degli Studi di Ferrara. L’approccio interdisciplinare per la comprensione dei contesti archeologici; E. Gualdi, Università degli Studi di Ferrara. I resti scheletrici umani: il contributo antropologico; G. Carmignani, Università degli Studi di Siena.

    I DODICI TIPI DI UMIDITÀ; SINTOMI E SOLUZIONI
    ORE 11.00, SALA B, PRIMO PIANO, FRA PAD 3 E 4

    Organizzato da Aquapol Nord Italia - Bolzano
    Relatore: Jader Gnoato

    LE NAVI DEL PORTO DI OLBIA: DALLO SCAVO AL MUSEO
    ORE 11.00, SALA C, PRIMO PIANO, FRA PAD 5 E 6

    Promosso dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro
    Relatore: Rubens D'Oriano, Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro

    UN RECUPERO A SCALA TERRITORIALE, ATTRAVERSO MANUFATTI STORICI E AMBIENTE NATURALE: IL PERCORSO DEL CANALE DI MEDICINA
    ORE 11.00, MODERN CORNER ORDINE ARCHITETTI BOLOGNA, PAD.3, STAND A7

    Organizzato dall’Ordine degli Architetti di Bologna
    Relatore: Alessandra Furlani - Consorzio Bonifica Renana

    PASSIONE E RESTAURO
    ORE 11.30, SALA D, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso da Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia
    Relatore: Francesco Floccia, storico dell'arte

    HERITAGE, GRANDE PROGETTO DI RICERCA E SVILUPPO DEDICATO ALLA VALORIZZAZIONE E SALVAGUARDIA DI BENI CULTURALI
    ORE 11.30, STAND MIBAC, PAD.3, C6-D5

    Promosso dall’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, INNOVA – Campania
    Relatore: Valerio Lombardi, Capo Progetto HERITAGE

    PRESENTAZIONE DEL NUOVO "DIZIONARIO DEL RESTAURO. TECNICHE DIAGNOSTICA CONSERVAZIONE" A CURA DI CRISTINA GIANNINI, NARDINI EDITORE
    ore 11.30-12:15, area SPAZIO-TEMPO, Pad.3

    Partecipano: Giorgio Bonsanti e gli autori Giancarlo Lanterna, Direttore del Laboratorio di Chimica 1 dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze; Deodato Tapete, scienziato per la conservazione dei Beni Culturali


    IL MALE DELLA PIETRA: DIAGNOSI E CURA DI UN MONUMENTO MEGALITICO
    ORE 12.00, SALA C, 50 POSTI, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso da Soprintendenza per i beni archeologici per le province di Sassari e Nuoro
    Relatore: Paola Basoli, Maria Graziella Dettori, Carlo Biliotti, Paola Dui, Carlo Alberto Artizzu, Silvana Fais

    PRESENTAZIONE DELL'EBOOK "COLORE. COLORIMETRIA: SISTEMA CARLIERI-BIANCO" DI MARIA BIANCO, NARDINI EDITORE
    ore 12:15-13:00
    , area SPAZIO-TEMPO, Pad.3
    Partecipano: Maria Bianco, Massimo Carlieri

    PRESENTAZIONE NUOVO CORSO DI ILLUMINOTECNICA MUSEALE
    ORE 12.30, SALA A, PRIMO PIANO, FRA PAD. 3 E 4

    Organizzato da Idee in Luce
    Relatore: Claudio Cervelli

    IL LEGNO ARMATO ARMALAM SOSTIENE IL RESTAURO
    ORE 12.30, SALA B, PRIMO PIANO, FRA PAD. 3 E 4

    Organizzato da Armalam
    Relatore: Luca Gottardi

    I “CARTELAMI” APPARATI EFFIMERI LIGURI (E NON SOLO LIGURI)
    ORE 12.30, SALA C, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso dalla Soprintendenza per i Beni storici artistici ed etnoantropologici della Liguria
    Relatori: Franco Boggero, Funzionario delegato per il Direttore Regionale, Soprintendente pro tempore per i Beni storici artistici ed etnoantropologici della Liguria, Alfonso Sista, Storico dell’Arte della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Liguria, Chiara Masi, Storica dell'Arte della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Liguria.
    In Liguria gli apparati effimeri per il culto delle Quarantore e per i “sepolcri” della Settimana Santa sono tuttora numerosi, ma restano per lo più sconosciuti al grande pubblico per via del loro abituale accantonamento in aree defilate o molto secondarie delle parrocchiali e degli oratori. Soprattutto nel Ponente ligure ci si riferisce normalmente a questi apparati con il termine di cartelami. Si tratta di veri e propri “teatrini sacri” che presentano evidenti rapporti con le “macchine”, talora molto complesse, progettate in occasione delle feste di beatificazione e canonizzazione: che dunque dipendono ancora, in qualche modo, dalla grande stagione del Barocco romano, anche se gli esemplari conservati sono per lo più sette - ottocenteschi.  In molti casi si tratta di opere a tempera e a olio, realizzate su cartone o su metallo, localizzate in zone geografiche del Ponente ligure, in Corsica, nelle Alpi Marittime, in Roussillon e Catalogna.

    CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI DOCUMENTI AUDIOVISIVI. PRESUPPOSTI PER LA REALIZZAZIONE DELL’ARCHIVIO DIGITALE DELL’ICBSA
    ORE 12.30, SALA D, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso da Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi
    Relatori: Luciano D'Aleo e Francesco Baldi

    MANUTENZIONI RESTAURO E INDAGINI PER LA CAPPELLA BELLINCINI DI MODENA
    ORE 12.30, STAND MIBAC, PAD.3, C6-D5

    Promosso dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
    Relatori: Daniela Ferriani e Fabio Bevilaqua

    “KERMES. LA RIVISTA DEL RESTAURO”. EDITORIA E CULTURA
    ore 13:00-13:45, area SPAZIO-TEMPO, Pad.3

    Partecipano: Giorgio Bonsanti, Andrea Galeazzi


    LINEE GUIDA PER IL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEI LUOGHI DI INTERESSE CULTURALE
    ORE 13.30, SALA D, PRIMO PIANO, FRA PAD.5 E 6

    Promosso dalla Direzione Generale per il Paesaggio le Belle Arti L’Architettura e l’Arte Contemporanee
    Relatori: Antonia P. Recchia, Direttore Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee, Carla Di Francesco, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna, Fabrizio Vescovo, Direttore del corso di formazione post-lauream “Progettare per tutti senza barriere”, Università degli studi di Roma, “La Sapienza”, Facoltà di Architettura “Valle Giulia”, Alberto Arenghi, Ricercatore di Architettura Tecnica, Università degli Studi di Brescia, Facoltà di Ingegneria, Andrea Pane, Ricercatore di Restauro, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Facoltà di Architettura, Lucia Baracco, Esperto sulle disabilità sensoriali e l’orientamento, responsabile per il Comune di Venezia del progetto “Lettura Agevolata”, Elisabetta Virdia, Funzionario della Fondazione MAXXI, Maria Agostiano, Funzionario della Direzione Generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte Contemporanee, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
    Scopo dell’incontro è illustrare i contenuti del DM 28 marzo 2008 con il quale sono state adottate le linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi d’interesse culturale. Garantire l’accessibilità ai luoghi di interesse culturale rientra tra i compiti prioritari del Ministero per i beni e le attività culturali e costituisce la base di qualsiasi intervento di conservazione e valorizzazione del nostro patrimonio culturale.

    IL TRATTATO DEL CONTE SECCO SUARDO “IL RESTAURATORE DEI DIPINTI” E LE SCIENZE CHIMICHE PER LA CONSERVAZIONE DEI DIPINTI NELL’ITALIA DELL’OTTOCENTO
    ore 13:45-14:30
    , area SPAZIO-TEMPO, Pad.3
    Associazione Giovanni Secco Suardo
    Partecipano: Giorgio Bonsanti; Lanfranco Secco Suardo, presidente dell’Associazione Giovanni Secco Suardo



    LA MADONNA IN TRONO DI PIETRANICO. IL RESTAURO E LA RICOSTRUZIONE DI UNA SCULTURA FITTILE DANNEGGIATA DAL SISMA ABRUZZESE DEL 2009.
    ORE 14.00, SALA C, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Organizzato da Tryeco 2.0 srl con il contributo di Camera di Commercio di Ferrara e CNA della Provincia di Ferrara
    Saluto ai partecipanti: Emanuele Borasio, Presidente Comitato Giovani Imprenditori CNA di Ferrara;
    Relatori: Luciano Marchetti, Vice Commissario Delegato per la Tutela dei Beni Culturali - Presidenza del Consiglio dei Ministri, Commissario per la Ricostruzione; Lucia Arbace,  Soprintendente per i Beni Storici e Artistici dell’Abruzzo; Elisabetta Sonnino restauratore; Marco Callieri,  Visual Computing Lab Istituto di Scienza e Tecnologia dell’Informazione del CNR di Pisa;
    Matteo Fabbri, Tryeco 2.0; Antonio Iaccarino Idelson, Equilibrarte Roma.
    Proiezione video di Michele Bevilacqua

    “POESIA VISIVA “ LABORATORIO DI ARTE PENSIERO E ATTUALITÀ. 1.MOMENTO TECNICO CON RESTAURATORE - ANALISI DELLO STATO DI CONSERVAZIONE  DELLE OPERE SU SUPPORTI CARTACEI, FOTO –COLLAGE DELLA FONDAZIONE BERARDELLI. 2. MOMENTO CREATIVO CON GIOVANI ARTISTI: DI RIELABORAZIONE PERSONALE DEI CONTENUTI APPRESI INTITOLATO “SCOMPONGO IL QUOTIDIANO E COSTRUISCO IL SOGNO”.
    Ore 14.00, MOSTRA LABA LIBERA ACCADEMIA DI BELLE ARTI, PAD.2, STAND A
    Organizzato da LABA Libera Accademia di Belle Arti


    IL RESTAURO DELLA VENERINA IN CERA DI CLEMENTE SUSINI, ESPOSTA AL MUSEO DI PALAZZO POGGI DI BOLOGNA
    ORE 15.00, SALA A, PRIMO PIANO, FRA PAD. 3 E 4

    Promosso da Opificio delle Pietre Dure – Settore materiali ceramici, plastici e vitrei
    Relatori: Laura Speranza, Francesca Kumar, Chiara Gabbriellini e Francesca Rossi.
    Oltre ai consueti interventi applicati nel restauro delle opere in cera, è stato progettato e realizzato un sostegno innovativo sia per il materiale che per la funzione

    PILLOLE DI RESTAURO TIMIDO
    ore 14:30-15:15, area SPAZIO-TEMPO, Pad.3

    S.A.A.-Shy Architecture Association
    Partecipano: Marco Ermentini, presidente S.A.A., architetto Paolo Mariani


    FABBRICA, EX CEMENTIFICIO A GAMBETTOLA: IL LAVORO E LA CREATIVITÀ
    Relatore: Angelo Grassi
    ATTILIO MUGGIA E IL CEMENTO ARMATO: VERSO/VERSUS IL MODERNO
    Relatore: Maria Beatrice Bettazzi
    RITROVAMENTO E SALVAMENTO DELL'ARCHIVIO MUGGIA: UNA FONTE PER L'INDAGINE CONTEMPORANEA
    Relatore: Paolo Lipparini
    AL TERMINE PRESENTAZIONE DELLA MONOGRAFIA "ATTILIO MUGGIA", A CURA DI M. B. BETTAZZI E P. LIPPARINI EDITRICE COMPOSITORI, 2010
    ORE 15.00, MODERN CORNER ORDINE ARCHITETTI BOLOGNA, PAD.3, STAND A7
    Organizzato dall’Ordine degli Architetti di Bologna

    VILLA D’AYALA VALVA: RESTAURI IN PROGRESS PER LA GESTIONE INTEGRATA
    ORE 15.00, SALA BELRIGUARDO, PAD. 5, PIANO TERRA

    Promosso da Soprintendenza per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici per le province di Salerno ed Avellino
    Relatore: Anna De Martino

    IL RESTAURO DI APPARATI SCIENTIFICI. GLI INTERVENTI POSSIBILI
    ore 15:15-16:00, area SPAZIO-TEMPO, Pad.3

    Partecipa: Mario Calamia, professore ordinario di campi elettromagnetici, Università di Firenze


    PRESENTAZIONE DEL VOLUME DI RESTAURI: “SOTTOSTRATI NON CURANTI. RESTAURI D’ARTE TRA SALERNO E AVELLINO”
    ORE 15.30, SALA BELRIGUARDO, PAD. 5, PIANO TERRA

    Soprintendenza per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici per le province di Salerno ed Avellino
    Relatore: Antonella Cucciniello

    IL RESTAURO DEL COMPIANTO SUL CRISTO MORTO, ATTRIBUITO A MICHELE DA FIRENZE, DEI MUSEI CIVICI DI MODENA
    ORE 16.00, SALA A, PRIMO PIANO, FRA PAD. 3 E 4

    Promosso da Opificio delle Pietre Dure – Settore materiali ceramici e vitrei.
    Relatori: Laura Speranza, Andreina Andreoni, Filippo Tattini e Shirin Afra.
    Dopo la scoperta fortuita del gruppo in terracotta policroma, ritrovato entro una intercapedine muraria nel Complesso monumentale di San Gemignano di Modena, l’Opificio è stato coinvolto in un delicatissimo restauro che ha previsto anche una nuova base espositiva con particolari “cuscinetti” in resina che assicurano la stabilità delle otto figure ricomposte.

    NUOVE TECNICHE DIAGNOSTICHE PER LA CARATTERIZZAZIONE DEL DEGRADO NELLE PITTURE MURALI E DELLE STRUTTURE LAPIDEE
    ORE 16.00, SALA B, PRIMO PIANO, FRA PAD. 3 E 4

    Organizzato da Phase
    Relatori:  docenti di varie discipline dell'Università degli studi di Firenze

    VERSO UN RESTAURO COMPATIBILE CON I PROCESSI NATURALI DELLA MATERIA. ULTIMI SVILUPPI PER LE FASI DI PULITURA E PROTEZIONE DELLE SCULTURE ALL’APERTO: L’ “ALLEGORIA DELLA MORTE” DI G. LAZZERINI
    ORE 16.00, SALA C, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso da Opificio delle Pietre Dure – Settore materiali lapidei
    Introduzione:
     Maria Cristina Improta, Opificio delle Pietre Dure
     L'Allegoria della morte: intervento di restauro Paola Franca Lorenzi, Opificio delle Pietre Dure
     L'uso di microrganismi nella pulitura della scultura lapidea Francesca Cappitelli, Università degli Studi di Milano
     La biorimozione delle croste nere: casi applicativi Eleonora Gioventù, Maria Rizzi, Opificio delle Pietre Dure
     Proposta di un trattamento protettivo minerale per un'opera da ricontestualizzare in un ambiente urbano all'aperto Mauro Matteini, Esperto scientifico in Conservazione dei beni culturali.
    Filo conduttore dell'intervento conservativo attuato sulla scultura è lo studio di metodologie di restauro compatibili con i processi naturali della materia. Un intervento di restauro in cui sono state progettate le fasi di pulitura e di protezione del materiale lapideo secondo i criteri citati. La prima fase è stata connotata dall'utilizzo di una tecnica, ancora sperimentale, che prevede l'uso di microrganismi, batteri solfato-riduttori, per la rimozione delle croste nere. Per la fase di protezione, in prospettiva di una ricollocazione dell'opera in ambiente esterno, verrà invece proposta ed analizzata l'opportunità di applicare un prodotto di sintesi mutuato dai naturali meccanismi di degrado della materia stessa: l'ossalato di calcio artificiale.


    PROGETTO DI  ALLESTIMENTO DEL MUSEO DIOCESANO – LARGO DEL PLEBISCITO, 1 – SALERNO
    ORE 16.00, SALA BELRIGUARDO, PAD. 5, PIANO TERRA

    Organizzato dalla Soprintendenza per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici per le province di Salerno ed Avellino
    Relatori: Maura Picciau e Vito De Nicola

    DINO DINI PIONIERE DEL RESTAURO
    ore 16:00-16:45, area SPAZIO-TEMPO, Pad.3

    Partecipa: Daniela Dini


    PROBLEMATICHE DI PULITURA E DI RICOLLOCAZIONE DELLA BASE ORIGINALE DELLA FONTANA DEL CINGHIALE DI PIETRO TACCA NELLA LOGGIA DEL MERCATO NUOVO A FIRENZE
    ORE 16.30, SALA D, PRIMO PIANO, FRA PAD. 5 E 6

    Promosso dall’ Opificio delle Pietre Dure – Settore Bronzi.
    Relatori: Maria Donata Mazzoni, direttore settore bronzi e armi antiche dell’Opificio, Antonella Nesi, Direttore del Museo Stefano Bardini, Firenze, Elena Della Schiava, restauratrice laureata OPD.
    La Fontana del Cinghiale di Pietro Tacca è un gruppo bronzeo composto dal “Porcellino” e dalla sua base. Quest’ultima fu ricoverata nel Lapidarium del Museo di San Marco nel 1857 e al suo posto fu eseguita una copia interpretativa da Giovanni Benelli. La fontana venne restaurata nel 1998, collocata al Museo Bardini di Firenze e sostituita sotto la loggia con una copia realizzata dalla Fonderia Marinelli.
    Col recente restauro della base originale si riuniranno dopo quasi due secoli i due bronzi del Tacca ma come possiamo intuire, attualmente, si è creato un problema di ricollocazione di questi con la base ottocentesca. Fino al 2008 la base del Tacca, visibile solo su richiesta, non aveva subito alcun tipo di intervento. Il restauro, eseguito da Elena Della Schiava dal dicembre 2008 al giugno del 2010, è stato particolarmente impegnativo nella messa a punto delle metodologie di pulitura delle superfici bronzee.
    La base si presentava in uno stato di conservazione pessimo e disomogeneo. Essendo stata usata come fontana i rilievi scultorei erano totalmente occlusi da incrostazioni calcaree e depositi di materiale gessoso – silicatico, nonché alterati dai prodotti di corrosione tipici del bronzo. La scelta del livello di pulitura cui tendere, coadiuvata dalla campagna diagnostica, è stata quindi obbligata dalle pessime condizioni di conservazione.

    PREMIO DEL PAESAGGIO DEL CONSIGLIO D’EUROPA  - EDIZIONE  2010 – 2011 -  UNO SGUARDO AI PROGETTI PARTECIPANTI
    ORE 16.30, STAND MIBAC, PAD.3, C6-D5

    Promosso dalla Direzione Generale per il Paesaggio le Belle Arti L’Architettura e l’Arte Contemporanee - Servizio architettura e arte contemporanee con la collaborazione di ACMA Centro Studi di Architettura
    Relatori: Rappresentanti del MiBAC, degli enti territoriali e dei responsabili dei progetti esposti

    CONGRESSO INTERNAZIONALE "CUPOLE NEL MONDO" QUALE OPPORTUNITÀ PER LA VISIBILITÀ INTERNAZIONALE DELLE AZIENDE OPERANTI NEL MONDO DEL RESTAURO
    ore 16:45-17:30, area SPAZIO-TEMPO, Pad.3

    Partecipa: Michaela Zackova Rossi, in rappresentanza del Comitato Organizzatore


    PROGETTAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI NELL’AMBITO DEL RESTAURO DI EDIFICI DI PREGIO:
    BASILICA DI SAN PETRONIO IN PIAZZA MAGGIORE A BOLOGNA – IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE ENERGIA E LUCI CON CAVO A ISOLAMENTO MINERALE
    ROCCHETTA MATTEI - LOCALITÀ RIOLA DI VERGATO (BO) – IMPIANTO ELETTRICO DI DISTRIBUZIONE ENERGIA E IMPIANTO DI RISCALDAMENTO ELETTRICO, PER ANTIGELO E PREVENZIONE NEVE DI SUPERFICI ALL’APERTO, CON CAVO A ISOLAMENTO MINERALE
    ORE 17.15, SALA A, PRIMO PIANO FRA PAD. 3 E 4

    Organizzato da KME Italy
    Relatore: Massimo Banfi

    LA DIAGNOSTICA NEL TERZO MILLENNIO
    Convegno-tavola rotonda  per discutere sul  mercato, i committenti ,il costruito  e i problemi gestionali di tale attività
    ORE 17.15, SALA B, PRIMO PIANO FRA PAD. 3 E 4

    Organizzato da Tecno Futur Service
    Relatore : Giancarlo Maselli  Presidente Tecno Futur Service

     

     

     

    programma aggiornato al 28 Marzo 2011