ECONOMIA, CONSERVAZIONE, TECNOLOGIE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI - 18-20 SETTEMBRE 2019
progetto "RESTAURO MADE IN ITALY" promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e Ice, con la partnership di Assorestauro

PROGRAMMA

torna indietro

Edizione 2019

Gli eventi proposti dagli Ordini Architetti dell’Emilia-Romagna nell’ambito del Salone del Restauro
  • Gli eventi proposti dagli Ordini Architetti dell’Emilia-Romagna nell’ambito del Salone del Restauro

    Gli Ordini degli Architetti PPC delle province emiliane ricomprese nell’area danneggiata dal sisma del 2012, (Ferrara, Modena, Reggio Emilia e Bologna), con il sostegno della Federazione Ordini Architetti dell’Emilia-Romagna e il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC, oltre che di altri Enti, stanno organizzando una serie di eventi che, a tre anni dal sisma del 2012, vogliono tenere alta l’attenzione non solo sulla ricostruzione ma anche sul ruolo degli architetti in questo percorso, a partire dalla fase di emergenza, che possono dare un contributo significativo per ridare valore alla cultura del progetto e contribuire a una ricostruzione di qualità.

    I primi eventi in calendario sono quelli del Salone del Restauro edizione 2015: tre sono quelli messi in campo.

    Il primo, che si avvale della collaborazione e della sinergia dell’Ordine degli Architetti PPC e del Comune di Ferrara, pone l’attenzione sulla rigenerazione in corso nel centro storico di Ferrara.

    Un secondo evento, riprendendo quanto già intrapreso nella scorsa edizione del Salone del Restauro, pone l’attenzione sul patrimonio ecclesiale, in particolare sulle chiese che hanno subito i danni più rilevanti dal sisma. Il dibattito sulla ricostruzione delle chiese distrutte è stato solo avviato, ma è indispensabile un approfondimento sulle soluzioni, sui linguaggi architettonici e sulle tecnologie da impiegare, che va condiviso con le Comunità e con la Committenza.

    Un ulteriore evento è dedicato a casi studio. Gli esempi proposti riguardano il recupero del cimitero di Concordia, intervento selezionato dalla Federazione Ordini Architetti dell’Emilia-Romagna con il bando Ricostruire Identità che si avvale anche del contributo finanziario degli architetti italiani; e il Teatro Comunale di Carpi, recuperato in tempi brevissimi e riaperto al pubblico un anno dopo il sisma.

    Le iniziative a tre anni dal sisma, che proseguiranno fino a luglio, vogliono continuare l’attività intrapresa dagli Ordini Architetti, che coinvolge la filiera delle professioni tecniche, le istituzioni e i vari attori della ricostruzione, per un percorso di ricostruzione condiviso, etico, che persegua obiettivi di rigenerazione di alta qualità.