Economia, Conservazione, Tecnologie e Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali

1 Settembre

14:30 - 18.30
Convegno Internazionale
HERITAGE AND SUSTAINABILITY

Il Restauro del Patrimonio edilizio storico culturale italiano, un’ispirazione per il mondo

L’anno 2021 vede svolgersi a Glasgow i lavori della COP26 insieme al governo britannico e a quello italiano. L’Italia paese co-organizzatrice ospiterà a Milano dal 30 settembre al 2 ottobre la Conferenza Preparatoria, PreCop26. A dicembre 2020 l’Italia ha assunto la Presidenza del G20 che culminerà nel Vertice dei Capi di Stato e di Governo in ottobre 2021 a Roma. Nel merito, l’agenda della Presidenza italiana ruoterà attorno a tre pilastri – Persone, Pianeta e Prosperità. Il prossimo 22 luglio a Napoli si terrà la riunione finale del G20 Ambiente affiancato dal Gruppo di lavoro di otto esperti, tra i quali la Presidenza di GBC Italia. Un’ulteriore sfida che il nostro Paese si presta ad affrontare è l’attuazione del Piano Nazionale
di Ripresa e Resilienza necessario per il rilancio dell’economia italiana e per la lotta contro i cambiamenti climatici.
L’Unione Europea sta accelerando per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che chiedono all’attuale modello economico “occidentale” una profonda riflessione. Il mondo delle costruzioni e del costruito, in Italia come nel resto del mondo, deve rigenerarsi per contribuire in modo concreto al raggiungimento dei traguardi prefissati. I rating system di sostenibilità dell’edilizia rappresentano concretamente una parte della risposta a tale esigenza.
Anche i criteri ambientali minimi in edilizia aiutano con la loro applicazione a rendere sostenibili gli edifici pubblici. L’esperienza di GBC Italia con i progetti che applicano il protocollo GBC Historic Building® pone le basi per l’avvio della discussione sui CAM per il restauro. GBC Italia è interessata a stimolare una nuova ondata di rigenerazione del mercato dell’edilizia attraverso l’integrazione tra storia e pratiche di bioedilizia, condividendo il proprio sistema di rating GBC Historic Building® con la comunità internazionale, ampliando così la sua applicabilità oltre il mercato italiano: verrà
sviluppata una versione internazionale di GBC Historic Building® per garantire che il sistema di classificazione diventi tecnicamente e prontamente applicabile a livello globale, cambiando il modo in cui il mercato opera sugli edifici storici integrando sostenibilità e pratiche di restauro.

PROGRAMMA
Apertura e Introduzione ai lavori
Marco Mari, Presidente GBC Italia
Silvia Paparella, AD Ferrara Fiere Congressi
Alessandro Bozzetti, Presidente Assorestauro
Cosimo Damiano Mastronardi – Presidente dell’Ordine degli Architetti Paesaggisti Pianificatori e Conservatori di Bari

1A SESSIONE

Dialoghi circolari | Strumenti di diffusione della cultura del restauro sostenibile

Modera: Marco Caffi, Direttore GBC Italia

Paola Boarin, Professore Associato di Tecnologia dell’Architettura e Sostenibilità, dell’Università di Auckland, Coordinatrice tavolo tecnico internazionale GBC HB®
Mahesh Ramanujam, Presidente e CEO U.S. GBC
Cristina Gamboa, CEO World GBC
Gina Crevello, Association for Preservation Technology International, Direttore Generale Environmental Protection Agency
Laura D’Aprile, Capo dipartimento per la transizione ecologica e gli investimenti verdi del Ministero della transizione ecologica; Alto rappresentante ministeriale per G20 Ambiente

Conclusioni: Marco Mari, Presidente GBC Italia

2A SESSIONE

Dialoghi circolari | GBC Historic Building International

Apertura:
Marco Mari, Presidente GBC Italia
Alessandro Bozzetti, Presidente Assorestauro

Modera: Fabrizio Capaccioli, Vicepresidente GBC Italia

Laura D’Aprile, Capo dipartimento per la transizione ecologica e gli investimenti verdi del Ministero della transizione ecologica; Alto rappresentante ministeriale per G20 Ambiente
Stefano Donato, Coordinatore tavolo aggiornamento CAM restauro per Assorestauro
Toni Cellura, Coordinatore tavolo aggiornamento CAM restauro per GBC Italia
Paolo Perfido, Professore di Rilievo dell’Architettura presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Bari
Fabrizio Cola, Anima Uman Federata Anima Confidustria, Presidente Firtech Srl
Paola Boarin, Professore Associato di Tecnologia dell’Architettura e Sostenibilità, dell’Università di Auckland, Coordinatrice tavolo tecnico internazionale GBC HB®
Pietromaria Davoli, Professore Ordinario di Tecnologie dell’Architettura presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, Coordinatore processo internazionalizzazione GBC HB®

GBC Historic Building® | Case History

Presentazione del volume
Heritage and Sustainability, pubblicazione a cura di GBC Italia in collaborazione con recuperoeconservazione magazine

Intervista
Maria Adelaide Ricciardi, Direzione Generale Educazione, Ricerca e Istituti Culturali – Ministero della Cultura
a cura di Fabrizio Capaccioli, Vicepresidente GBC Italia

Conclusioni
Marco Mari, Presidente GBC Italia

IL CONVEGNO RILASCERA’ CREDITI FORMATIVI A CURA DELL’ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI BARI

11.30 - 13.00
"I ROSONI DI PUGLIA - TUTELA E VALORIZZAZIONE DI UN PATRIMONIO DIFFUSO"

a cura della Compagnia degli Exsultanti

Fare in modo che la meraviglia torni ad accendere lo stupore, attraverso un canto quanto più possibile “corale”, per accompagnare e sostenere la richiesta per il riconoscimento de “I Rosoni di Puglia” quale Patrimonio Mondiale tutelato dall’UNESCO.

 

“I Rosoni di Puglia” è un progetto di indiscussa eleganza che, nella pluralità dei suoi obiettivi, ben sintetizzata la ferma volontà di riportare al centro dell’attenzione pubblica il fatto culturale, la storia dei luoghi, l’Amor loci e tutto quello che si cela dietro e dentro ognuno dei 33 Rosoni selezionati…

 

E’ una nuova luce, carica di speranza e di voglia di scoperta, quella che si intravede attraverso questi occhi o questi “portali”, che guardano verso un futuro ancorato saldamente a radici antiche e fortemente autoctone..

 

“Pensare che i Rosoni di Puglia possano essere riconosciuti Patrimonio Mondiale UNESCO è una cosa di una bellezza entusiasmante – ha dichiarato il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano – un patrimonio identitario pugliese unico nel suo genere, che trova il modo di essere ulteriormente valorizzato e promosso”.

 

L’iniziativa della Compagnia degli Exsultanti e del suo presidente, Antonio V. Gelormini, punta su ben 33 Rosoni pugliesi e sul coinvolgimento delle comunità locali relative, per stimolare consapevolezza e passione per il patrimonio culturale condiviso, e favorire un nuovo approccio alla fruizione: tutto fondato sulla dilatazione dei tempi di visita – in linea col cosiddetto turismo lento – sull’esercizio della riscoperta della meraviglia e sul piacere dello stupore diffuso.

 

Nella Regione che più si identifica con la luce, l’attenzione si concentra su una galassia di bellezza e di meraviglia, che si dipana lungo un asse territoriale poggiato su capolavori portanti: il Rosone della Cattedrale di Troia (Fg), il Rosone della Cattedrale di Ostuni (Br) e il Rosone della Cattedrale di Otranto (Le), per proiettare un canto corale insieme ad altri 30 rosoni, in funzione delle rispettive peculiarità.

 

Il convegno – programmato nella Sala 1 del Centro Congressi in Fiera del Levante – sarà aperto dagli interventi di

       Antonio V. Gelormini – Presidente della Compagnia degli Exsultanti

       Corrado Petrocelli – Magnifico Rettore e Presidente Comitato Scientifico “I Rosoni di Puglia”

 

A cui seguirà il saluto di:

       Andrea Moretti – Presidente Ferrara Fiere Congressi

       Alessandro Ambrosi – Presidente Nuova Fiera del Levante

       Michele Emiliano – Presidente Regione Puglia

 

Nonché la testimonianza dei Sindaci dei Comuni, i cui Rosoni sono coinvolti nell’iniziativa/progetto “I Rosoni di Puglia”

 

A seguire: la relazione

“Dalla conoscenza al restauro: il Rosone della Cattedrale di Troia (Fg)” a cura di Nicola Masini -Direttore di Ricerca del CNR- Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale e Docente di Fondamenti di restauro del Corso di Laurea in Architettura di Matera (UNIBAS).

16.00 - 17.00
P.C.T.O - Incontro con il Restauro, un orientamento possibile

organizzato da LATHORA’ IN Convenzione con l’ I.I.S.S. De Rjggieri di Massafra (Ta)

WORKSHOP DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DEI PAESI PARTECIPANTI
a cura di Agenzia ICE

12:00
ALBANIA

16:30
LIBANO

17:30
CUBA

10:00 - 11:00
CENSIMENTO DELLE ARCHITETTURE DEL SECONDO NOVECENTO IN ITALIA E IN PUGLIA

A cura di Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) – Servizio III “Architettura Contemporanea”
in collaborazione con il Segretariato regionale del MiC per la Puglia

Saluti istituzionali

in collegamento: PAOLO VERDONE – dirigente Servizio VI – Eventi, mostre e manifestazioni
ONOFRIO CUTAIA, Direttore Generale Creatività Contemporanea – MiC
MARIA PICCARRETA, Segretario regionale del MiC per la Puglia

Relatori
MAURIZIO PECE, Funzionario architetto Servizio III “Architettura Contemporanea” – DGCC
GABRIELLA MUSTO, Funzionario architetto Servizio III “Architettura Contemporanea” – DGCC
DORIANA DE TOMMASI, Funzionario architetto – Segretariato regionale del MiC per la Puglia
CARLO MOCCIA, Direttore Dipartimento di scienze dell’ingegneria civile ed architettura Politecnico di Bari

11:05 - 11:30
IL RESTAURO DELLA TOMBA DEL PILASTRO AD EGNAZIA; UTILIZZO DEGLI OLI ESSENZIALI PER IL BIODETERIORAMENTO

A cura di Museo Archeologico Nazionale e zona archeologica di Egnazia – Direzione Regionale Musei Puglia (DRM Puglia)

Relatori
ANGELA CIANCIO, già Direttore Museo Archeologico Nazionale e zona archeologica di Egnazia, direzione scientifica e operativa “Tutela e valorizzazione dell’area archeologica demaniale e completamento dell’allestimento del Museo Archeologico Nazionale di Egnazia PON “Cultura e Sviluppo” FESR 2014-2020 – DRM Puglia
FABIO GALEANDRO, Funzionario responsabile Museo Archeologico Nazionale e zona archeologica di Egnazia e Rup del PON Egnazia “Cultura e Sviluppo” FESR 2014-2020
FRANCESCO LONGOBARDI, Progettista e direttore dei lavori del PON Egnazia “Cultura e Sviluppo” FESR 2014-2020
MARIA LUISA DE TOMA, Restauratore di Beni Culturali, PON Egnazia “Cultura e Sviluppo” FESR 2014-2020

11:35 - 12:30
ATTRATTORI CULTURALI: DALLA SCELTA ALLA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

A cura di Segretariato regionale del MiC per la Puglia

Relatori
ANGELANTONIO ORLANDO, Dirigente Servizio V “Contratti e attuazione programmi” – Segretariato Generale MiC
MARIA PICCARRETA, Segretario regionale del MiC per la Puglia
LUCA MERCURI, Direttore Regionale Musei Puglia

12:35 - 13:30
IL PROGETTO DI RIALLESTIMENTO DELLA GALLERIA NAZIONALE DELL’UMBRIA: SISTEMI E TECNOLOGIE INNOVATIVE FINALIZZATI AL RESTAURO PREVENTIVO

A cura di Galleria Nazionale dell’Umbria

Relatori
MARIA CRISTINA TOMASSETTI, Funzionario restauratore – Galleria Nazionale dell’Umbria
DANIELE COSTANTINI, Funzionario restauratore – Galleria Nazionale dell’Umbria

14:10 - 14:30
“NANI SULLE SPALLE DEI GIGANTI”

A cura di Castello Svevo di Bari – Direzione Regionale Musei Puglia (DRM Puglia)

Relatore
ALESSANDRA MONGELLI, Direttore del Castello Svevo di Bari – DRM Puglia

14:35 - 16:05
IL RESTAURO SOSTENIBILE DEL PATRIMONIO ARCHEOLOGICO DI PROVENIENZA SUBACQUEA: PRESENTAZIONE DI ALCUNI CASI DI STUDIO

A cura di Soprintendenza Nazionale per il patrimonio culturale subacqueo

Relatori
BARBARA DAVIDDE, Soprintendente Nazionale per il patrimonio culturale subacqueo
GIULIA GALOTTA, Funzionario biologo – Istituto Centrale per il Restauro
MANUELA ROMAGNOLI, Professore ordinario – Università della Tuscia
FEDERICA ANTONELLI, Biologa PHD – Università della Tuscia
CRISTIAN PEDONE, Restauratore collaboratore esterno dell’Istituto Centrale per il Restauro

16:10 - 16:30
DOVE L’ARTE RICOSTRUISCE IL TEMPO – IL PARCO ARCHEOLOGICO DI SIPONTO A MANFREDONIA, MODELLO DI VALORIZZAZIONE

A cura di Parco archeologico di Siponto – Direzione Regionale Musei Puglia (DRM Puglia)

Relatori
FRANCESCO LONGOBARDI, Direttore Parco archeologico di Siponto – DRM Puglia
ANITA ROCCO, Responsabile archeologo, Parco archeologico di Siponto – DRM Puglia

16:35 - 17:30
LE MILLE VITE DEI REPERTI DI UN CONTESTO ARCHEOLOGICO TARANTINO. DALL’OBLIO ALLA PUBBLICA FRUIZIONE

A cura di Museo Archeologico Nazionale di Taranto (MArTA)

Relatori
EVA DEGL’INNOCENTI, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Taranto
SARA AIRÒ, Funzionario archeologo – MArTA
LORENZO MANCINI, Funzionario archeologo – MArTA
ALESSANDRA DE MATTEIS, Dott.ssa in Conservazione e restauro dei Beni culturali presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli

17:35 - 18:05
CURA E DISINFESTAZIONE PROGRAMMATA: L’UTILIZZO DELLA CAMERA ANOSSICA ALLA REGGIA DI CASERTA

A cura di Reggia di Caserta

Relatori
ANNA MANZONE, Funzionario restauratore conservatore – Reggia di Caserta
GENNARO TORTINO, Funzionario restauratore conservatore – Reggia di Caserta

18:10 - 18:30
IL PARCO DI MONTE SANNACE (GIOIA DEL COLLE) TRA CONSERVAZIONE SOSTENIBILE E VALORIZZAZIONE

A cura di Parco archeologico di Monte Sannace – Direzione Regionale Musei Puglia (DRM Puglia)

Relatori
FABIO GALEANDRO, Direttore Museo Archeologico Nazionale di Gioia del Colle e del Parco archeologico di Monte Sannace – DRM Puglia
ANITA GUARNIERI, Funzionario architetto, Direttore Castello Svevo di Trani – DRM Puglia